Condividi:Share on Facebook317Tweet about this on TwitterPin on Pinterest1Share on Google+0Share on Tumblr0Share on LinkedIn0Email this to someone

scaldacollo_dropstitchSi dice che le cose semplici siano sempre le migliori. Direi che spesso vale anche per le nostre creazioni. Lo scaldacollo è uno degli accessori che preferisco, semplice ma sempre di grande effetto. A tal proposito, voglio proporvi un bellissimo scaldacollo dal punto davvero particolare, ovvero il punto drop stitch, un punto che prevede una serie di gettate da lasciar cadere durante la lavorazione. Vi assicuro che il risultato è splendido.

In questo nuovo video tutorial, la bravissima autrice del canale iKNITS ci mostra come realizzare questo splendido scaldacollo drop stitch a ferri utilizzando il pattern presente sul blog Spiderwomanknits, potete scaricare il pattern pdf originale in lingua inglese qui.

MATERIALI:
– 200g di filato bulky per ferri 9-10mm o filato equivalente [es. 2 gomitoli di  DROPS Andes]
– Ferri circolari 10 mm/60cm
– Ago da lana per affrancare

PROCEDIMENTO:
Avviare 47 maglie e unire il giro passando l’ultima maglia dal ferro destro al ferro sinistro e lavorare le prime due maglie a diritto insieme (totale 46 maglie). Posizionare un segna punti sull’inizio del lavoro.

1° Giro: Tutto il ferro a rovescio

2° Giro: Tutto il ferro a diritto

3° Giro: Tutto il ferro a rovescio

4° Giro: Tutto il ferro a diritto

5° Giro: Tutto il ferro a rovescio

6° Giro: * 1 diritto, 2 gettate* Ripetere da *a* per tutto il giro. Concludere con 1 gettata.

7° Giro: Lavorare tutto il ferro a rovescio senza lavorare le gettate (facendole cadere dal ferro) [seguire il video dal minuto 7:12]

Ripetere dal 2° Giro fino al 6° Giro altre 4 volte.

Infine, ripetere dal 2° Giro fino al 4° Giro [In caso il filato stesse per finire potete anche lavorare il 2° e 3° Giro soltanto.]

Chiudere il lavoro.

scaldacollo_dropstitch2

Condividi:Share on Facebook317Tweet about this on TwitterPin on Pinterest1Share on Google+0Share on Tumblr0Share on LinkedIn0Email this to someone
0 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *